Un carroziere è per sempre! ;)

Roman Holiday - 2008Evidentemente deve esserci un incomprensibile disegno del destino che mi è stato affidato, se no di certo non spiegherei le cose che mi accadono.
Come si fa allora a combattere, a fronteggiare una cosa che in effetti è più grande di te? Probabilmente allora, l’esperienze che ci vengono offerte, sono una palestra di vita disegnata sulle nostre capacità, necessarie a farci crescere. Oppure sono dei moniti a nostre mancanze alle quali dobbiamo in qualche modo rendere conto ed espiare.

Se solo non fosse così, allora, davvero non saprei come spiegarmi tutto ciò… davvero non potrei capacitarmi del fatto che per il quinto anno consecutivo la mia macchina avrà di nuovo necessità di passare dal carrozziere!

Insomma, la distrazione di un momento, di un solo attimo, mi è costata il fascione sottostante il paraurti posteriore, dopo che l’ho fatto amichevolmente incontrare con un cumulo di neve ghiacciata nel fare retromarcia nel parcheggio di casa di un amico.

Fortunatamente c’è da dire che oltre al danno materiale, non ho avuto ulteriori conseguenze, nel senso che andavo veramente piano, ma soprattutto non ho coinvolto altri mezzi!

Chiaro che di per se la cosa, se non fosse per l’ovvio malumore che mi ha portato nelle ore successive, non sarebbe così grave, ma per quelli di voi che hanno la voglia di seguire le mie (dis)avventure su queste pagine, sapranno già che non sono proprio nuovo a tali esperienze. In cinque anni che ho questa macchina, la mia prima vera macchina, pagata cash con i soldi di lunghi risparmi da un misero stipendio, ho già collezionato, tre portiere scassinate, due autoradio rubati, due paraurti spaccati per non contare tutti gli altri interventi a corredo di carrozzeria, più o meno grossi, necessari per le varie rifiniture…

Ora, potendo sorvolare un attimino su questi particolari, la cosa che forse colpisce di più le mie suggestioni, è il curioso fatto di notare che tutti questi eventi non solo si siano ripetuti con straordinaria ricorrenza nella prima metà di ogni anno, ma di sapere che la beffa più grande, e che più di tutto mi fa avvero sorprendere, e che soprattutto sono accaduti nel circondario di casa mia!

White Week End on Fiss (Austria)Fin da subito con questa macchina (quasi da appena dopo uscito dal concessionario) ho incominciato a viaggiare un po’ d’ovunque fino ad arrivare girare per mezza Europa: il primo anno sono arrivato fino a Praga passando da Monaco prima e prima ancora da Innsbruck, e non mi è successo niente! Mentre nel secondo anno mi sono girato tutta l’Austria, con Salisburgo, Vienna e Graz, e niente! Ho perso il conto delle volte che sono andato a Roma e a Lucca, e niente anche li! Per poi concludere forse con le avventure un po’ più temerarie (più per l’inadeguato equipaggiamento presente che altro) a partire con il capodanno in Val D’Aosta a meno 15° dell’anno passato per passare dalla parentesi a Fiss in Austria di quest’anno, dove davvero me la sono vista brutta guidando su delle lastre di ghiaccio talmente grandi e scivolose da potere farci pattinare comodamente un’intera squadra di hokey! ;) E niente pure lì!!!

Insomma avventure in giro e disavventure che si concretizzano solo nei pressi di casa… che in tutto questo ci sia forse un velato segnale che mi indica che sia il caso di cambiare aria?! ;)

White Week End on Fiss (Austria)Ovviamente tutto questo non mi ha fato perdere il sonno la notte (e ci mancherebbe) e mi rendo perfettamente conto che nel mondo i problemi sono ben altri e ben più gravi (ad averne solo così), rimane però il fatto che nel mio piccolo mondo è un aspetto quanto meno curioso che non riesco a spiegarmi. Vorrei capire se per altri la mia esperienza possa sembrare normale o meno…, per non contare infine il fatto che la beffa che mi rimane ‘sta volta è sapere che quel cumulo di neve presto si scioglierà e scomparirà come se non fosse mai esistito! Senza infine considerare poi che ovviamente in effetti ‘sti soldi per la riparazione me li sarei molto più che volentieri risparmiati! ;)

… che vi posso dire allora, così è e così rimane… alla fine me ne dovrò fare una ragione…

Bon, per ora penso di aver concluso… vi ringrazio come al solito per la vostra visitina, e vi saluto alla prossima.

Sempre vostro,
M@rcello;-)

p.s.: questo post è il primo che pubblico avendolo scritto col mio nuovo portatilino nel mio quotidiano pelegrinare in treno ;)

Questo è quello che più o meno ho fatto io nella prima giornata del nuovo anno! ;)

... e a ripensarci bene dopo, l'ho pure trovato anche piuttosto bene augurale, perché si sa: "chi lo fa il primo dell'anno lo rifarà per tutto l'anno!" ;)

No, dai, facezie a parte, purtroppo ho già potuto sentire che in effetti qualcuno non ha iniziato nel migliore dei modi... Ebbene allora, anche e sopratutto per loro, sebbene mi rendo conto che possa essere poca cosa la mia semplice aspirazione, incomincio a farvi i miei migliori auguri, nella speranza che questo nuovo anno vi possa regalare tutte le belle cose che vi meritate! :)

Vi saluto sempre con tutto il mio affetto lasciandovi dunque a questo simpaticissimo video! ;) Buona visione a voi!


X-Press 2 Feat. David Byrne - Lazy

Sempre vostro,
M@rcello;-)