Da quanto tempo!

Proprio ieri, approfittando di una giornata di permesso, ho colto l'occasione di fare un giretto presso il mio vecchio posto di lavoro
giusto anche per chiudere alcune questionicine amministrative pendenti.

Ovviamente, una vota concluse le succitate questioni mi sono permesso di fare un giro a salutare i miei vecchi colleghi.

Avrei potuto stare giusto il breve tempo per conludere quello che mi serviva, ma alla fine ho tirato tardi, proprio perchè ci tenevo a ricontrare tutte le persone di quel posto a me care.

Devo ammettere che circolare ormai estraneo, per i giardini e i corridoi così a me famigliari, è stata una sensazione alquanto strana. Insomma, ritrovarsi in queli luoghi, per così lungo tempo frequentati, mi ha lasciato una punta di nostalgia.
È stata altrettanto forte l'emozione di incontrare tanta gente che voleva avere mie notizie: non so' quante volte avrò ripetuto le stesse cose, ma in fondo ne è valsa la pena.

È stato altrettanto strano, riuscire a rileggere quei luoghi e le relazioni con occhi diversi; fimnalmente con occhi nuovi!!!
Mi sono infine accorto di quanto mi sentivo oltremodo coinvolto emotivamente e della passione che mi spingeva a fare il mio lavoro al di la di ogni ragionevole senso della misura: al di là di ogni genre di dfficoltà e senza badare al mio benessere!

Mi sono infine reso conto quali e quante relazioni fossero autentiche e quante invece di sola facciata; a partire dall'ambiente più stretto del mio ex-ufficio: ho ben presente chi si fermava a salutarmi e chi invece non mi ha degnato neanche di una parola (anche se può suonare come una frase da vecchio film western, molto siceramente senza rancori e con tutta la tranquillità del mondo) "io perdono, ma non dimentico"!

A proposito; volevo scusarmi con i miei ex-colleghi d'ufficio per non avergli dedicato il giusto tempo (ma tanto le cose che ci si deve dire ce le possiamo dire, così come è stato fino ad adesso, in altri momenti e con altri mezzi. W INTERNET!!! ;-), ma davvero dover girare e salutare così tanta gente alla fine mi ha portato via più tempo di quanto non credessi. E poi avevo bisogno di sfruttare la giornata per concludere delle commissioni importanti, non volevo fare eccessivamente tardi per poi magari rischiare di trovare gli uffici chiusi.

Detto ciò confido che questo momento di nuova consapevolezza non mi porti a ricommettere certi imperdonabili errori!
La vita è troppo breve per permettersi di sprecarla in inutili tentativi.

Ciao e alla prossima,
M@rcello;-)

1 commento:

chiara ha detto...

anche a me piacerebbe tanto riuscire a fare di nuovo un giro a bosisio.. per rivedere tutte quelle persone che non riesco ad incrociare, per forza di cose, a cene o appuntamenti vari!!! ma i miei orari proprio non me lo permettono!!!
:o(

baci marcellino..