Bye Bye


"I giorni scorrono veloci

più di quanto potessi desiderare

le notti sono assai più brevi

di quanto potessi temere

mi mancano già questi luoghi

mi mancano già i vostri nomi ..."

99 Posse - Sfumature


È tempo di bilanci e, anche se non ci voglio tanto pensare, questi sono in definitiva gli ultimi giorni che chiudo un ciclo importante della mia vita.
Mi guardo indietro e mi fermo a vedere come quasi per incanto tutti questi anni siano passati in un soffio.
Del giovane, timido e inesperto ragazzotto che sei anni or sono si appestava ad iniziare la sua più importante avventura lavorativa, adesso, posso anche dirlo con un pizzico di umiltà, ne rimane un adulto professionista che sa il fatto suo (e che rimane comunque consapevole che ancora tanto gli aspetta da imparare e di strada da percorrere).

Mi aggiro per l'istituto e guardo con orgoglio e con un pizzico di nostalgia quanto mi appresto a lasciare: dalle splendide relazioni a tutta l'attività svolta!

In questi ultimi giorni ho riscoperto la bellezza del sentirsi apprezzati: dovrò dedicare un po' di tempo per passare dalle persone importanti che mi hanno sostenuto, anche e sopratutto, in questa fase di distacco.

In definitiva, in fondo, penso di essere contento: sono contento perché il buon Dio mi è stato sempre vicino, anche quando lo credevo distante cieco non vedevo i suoi prodigi.
Penso che non ci sia niente di più bello di vedere come Lui ti tracci la strada, ti appoggi in questo percorso e esaudisca le tue preghiere; perché a volte bisogna sapere mettere da parte l'orgoglio e con umiltà mettesi semplicemente a chiedere forza e sostegno.

Ora, insomma, non è ancora il momento di lasciarsi intimorire e prendersi dalle ansie di ciò che comporta la nuova occupazione; per ora rimane solo un pochino di disorientamento, dovuto perlopiù all'idea di dover cambiare abitudini e di non trovare così facce e luoghi conosciuti e a me cari.

Ma anche questo passerà....

Ciao a tutti,
M@rcello;-)

Blog o non Blog

In effetti inizialmente quando ho cominciato la mia avventura telematica nella rete aprendo questo blog, devo ammettere di averlo fatto sicuramente un po' perché mi sembrava una cosa divertente; riuscire a contribuire al web, avere una piattaforma-svago, una "discarica digitale" dove poter esprimere una certa creatività "impestando" il web collaudando tag html in tutta libertà.

Successivamente poi è diventata quasi in maniera abbastanza naturale un contenitore dove non solo mi aprivo per il solo gusto narcisistico di poterlo fare (mettere bianco su nero i miei pensieri, anche e sopratutto a mia futura memoria), ma anche per rendere conto a tutte le mie amicizie vicine, ma specialmente quelle lontane, delle mie avventure del quotidiano.

Facendo affidamento su questo così stupendo e potente mezzo, un po' alla volta e quasi inconsciamente, mi sono ritrovato a delegare i miei rapporti personali con chi non ho opportunità di frequentare con assiduità (per lo più per motivi di distanza), scaricandomi un po' la coscienza sul farmi sentire o meno, in quanto avevo "già scritto"!

È però evidente in tutto questo ragionamento c'è una presunzione di fondo; e cioè che tale strumento, per quanto lo possa considerare una figata, non risulta allo stesso modo essere accessibile a tutti coloro che mi vogliono stare vicini.

I motivi sono i più disparati; dalla semplice disponibilità di un accesso ad internet, alla voglia e alla cultura delle diverse persone nel relazionarsi con questo strumento tecnologico.

Con questo ovviamente non voglio assolutamente dire che smetterò di scrivere, se mai succederà sarà perché non lo riterrò più valido o mi sarò semplicemente rotto le scatole;-).
Voglio anzi dire che con questa nuova presa di coscienza, cercherò di dare un peso migliore alle mie relazioni web-persone fisiche, cercando di non relegare le une alle altre ma invece di fare in modo che siano l'una a sostegno delle altre.

Devo impegnarmi di più, di modo che chi ha la voglia di starmi vicino capisca che per me è importante la loro presenza e che per loro posso essere un punto di riferimento reale e non solo virtuale!

Questo significherà sicuramente investire tempo nel coltivare le relazioni.
Significherà forse anche annoiarmi di più nello raccontare a mille persone diverse sempre le stesse cose, ma in fin dei conti penso che ne possa valere la pena!

Insomma, questo post è dedicato a tutti voi che non ho modo di frequentare
con assiduità.

Ciao e alla prossima,
M@rcello;-)

Finalmente siamo al Lucca Games!


Come al solito, "prenddendo l'ultimo treno", sono finalmente riuscito a pubblicare le mie foto dell'ultima gitarella all'annuale nella mitica fiera di lucca comics & games.
Il tutto è visionabile alla mia paginetta di flickr al solito link.

Bhè, note da aggiungere a questo splendido evento ce ne sono poche; quest'anno col fatto che si festeggiavano i quarant'anni di esposizione mi è sembrato di cogliere un attenzione particolare per quanto riguarda l'organizzazione generale, che a mio parere è risultata davvero convincente.
I padiglioni, diversamente dagli altri anni, sono stati distribuiti per tutta la città a inbuddio vantaggio della vivibilità degli stessi.

Purtroppo però siamo capitati nei giorni in cui non erano in programmazione la sfilata dei cosplayer, per cui foto di personaggi "strani" ne ho potute fare davvero poche. Speriamo per un prossimo anno.

A proposito di fotografie; purtroppo di quasi due rullini pieni fatti ho pubblicato non molte foto; direi le uniche definibili "guardabili".
Ovviamente questo è un piccolo colpo al mio spirito da fotografo, che comunque ancora imberbe ha sicuramente ottimi margini di miglioramento.

Tralatro, in relazione al "ritardo della pubblicazione" non solo è da imputarsi alla mia atavica pigrizia, ma anche alla ormai scomoda questione di portare in digitale gli scatti fatti con la mia fidata reflex 35mm.
Per cui considerato l'indubbia comodità di avere sistemi nativamente digitali, sto incominciando abbastanza seriamente a ponderare l'idea di passare ad una reflex digitale.
Devo ammettere che per ora i costi sono ancora un po' altini, ma considerato il successivo risparmio di tempo e rullini, la cosa incomincia a farsi interesante.
E poi scusate, potendo, mi voglio permettere un bel regalino che unisca due mie grandi passioni in una (fotografia e tecnologia), e che mi vizzi per quanto sono stato bravo in quest'ultimo periodo.

Che dite, credete anche voi che un po' non me lo sia davvero meritato??!

Ciao,
M@rcello;-)

PICCOLE SODDISFAZIONI CRESCONO

La vita a volte è davvero strana.
A volte forse sembra bastare poco riuscire a prendere il coraggio a due mani di modo da riuscire a cambiare una situazione che non ci piace.
Da quando ho rassegnato le dimissioni, alcuni colleghi mi dicono che mi aggiro per l'azienda con un atteggiamento diverso; decisamente più sereno, è forse non è solo un'impressione :-)

Chissà, sarà forse l'idea di riuscire finalmente a scaricare la testa da mille inutili pensieri, di non avere più nulla da perdere sul quale investire emotivamente, di sentirmi proiettato ad iniziare una nuova avventura da un'altra parte.

Sarà anche che mi capita di trovare sostegno da un sacco di gente che mi fa i complimenti per la mia importante decisione, ma che sopratutto si dispiace del fatto che io vada. Addirittura mi sento pure dire che con me se va via un'"istituzione"!

Mi trovo a ricevere appoggio e affetto da persone "insospettabili", delle quali non credevo essere stato così importante per loro.

Credo che questo sia un segno inconfutabile del fatto che comunque, con un pizzico di modestia, non solo ho lavorato bene in questi anni ma che sopratutto sono riuscito a lasciare una traccia nei cuori di tutta questa gente!

Così posso finalmente affermare che tutti questi anni alla fine non sono serviti proprio a nulla. Che alla fine qualcosa mio l'ho potuto dare. Che sono riuscito a lasciare il mio contributo e creare relazioni con le persone.

Tutto questo devo ammettere è indubbiamente piacevole, e mi aiuta tantissimo a dissipare le mie ultime ansie in questo importante momento.
Forse adesso per la prima volta posso dire, con assoluta chiarezza, di essere contento della mia scelta :-)

Sono contento e tanto basta e il resto è tutto ancora da scrivere.

A voi, sempre con grande affetto,
M@rcello;-)

Lucca's Photos Book: Coming Soon

Oggi ho consegnato al mio fotografo i rullini fatti a Lucca quest'anno per la tradizionale fiera dei fumetti e giochi.
Conto per settimana prossima di riuscire a pubblicare gli scatti milgiori.

Ciao a tutti,
M@rcello;-)

Corso SQL Primo Giorno

Oggi ho iniziato il corso propedeutico alla mia nuova attività lavorativa.

Durerà solo una settimana delle due previste, in quanto alla successiva del mese di novembre non potrò partecipare causa restrizioni contrattuali con la mia ormai in scadeza attuale attività.

In questi giorni poi, incomincerò a prendere confidenza non solo con la abbondante strada da percorrere in macchina ma ovviamente con i futuri colleghi nonchè con la struttura che spero mi ospiti per gli anni a venire.

Nonstante il traffico mattutino riesco ad arrivare per tempo, dopo di chè mi metto subito alla ricerca di migliori informazioni sul dove recarmi. A questo punto raggruppata la piccola comitiva di studio ci si reca nell'aula attrezzata e una volta giunti dopo un inizio un po' fiacco dovuto alla timidezza del caso, ci si immerge nelle ore di corso programmate per la giornata.

Ci fa lezione un romano rampante quarantaduenne vestito e pettinato per l'occasione di tutto punto, il quale esordisce non solo col lo sfoderarci la sua "ventennale esperienza nel campo" e portandoci "giosamente" al corrente di aver tenuto, in tutti questi anni di carriera da libero professionista, addirittura milleduecetoi corsi in tutta italia, ma addirittura anche nel presentarci le sue "regole d'oro" che è solito usare in tali circostanze.

Ovviamente le stesse prevedono, tra le altre cose, il fatto che "non lo disturba affatto essere interrotto in _qualsiasi momento_ per chiedere delucidazioni" (ammesso che sia possibile inserirsi in un suo discorso e un altro visto l'esposizione a getto che si ritrova), che in caso di "interruzione da parte di una telefonata urgente di un allievo", "riuscire ad essere sufficentemente abile nel driblare il discorso in corso in favore del momentano assente (a patto che lo stesso non perda ciò che ha da dire in quel momento), e l'assoluto divieto di usare mouse e tastira durante la spiegazione perchè questo "lo deconcentra".

Detto ciò, finalmente attacca a parlare di cose forse un po' più interessanti, con il terribile difetto di riuscire a esprimersi con la vivacità di un disco registrato :-(

È un po' confusionario e poco schematico nello spiegare e per me è abbastaza difficile riuscire a prendere degli appunti decenti (ma c'è anche da dire che forse in questo mi trovo un po' in arretrato).

In conclusione, di certo non posso discutere sul fatto che possa essere un ottimo analista, ma se posso, mi permetto di aggiungere che come istruttore ci sarebbero ulteriori margini di miglioramento.

Sia come sia, tra un concetto e l'altro non lesina a lasciarsi andare, anche con un certo tipo di trasporto, non solo a qualche piccolo "aneddoto" di questa e quella avventura lavorativa, ma sopratutto a qualche piccola indiscrezione personale, dalla quale emerge che "ama Milano più della stessa Roma" (contento lui), ma che nel corso degli anni sta abbandonando l'attività di consulente informatico, di cui era fino a non molto tempo fa a capo di una società di 120 persone ridimensionate successivamente a 10, per poi diventare entro (così almeno dice lui) due anni "laureato in in eno-gastronomia"!

ORA MI SPIEGO UN SACCO DI COSE!!!

Vabbhè, facezie a parte, per ora il corso procede, con non poche difficoltà, ma conto comunque di riuscire ad intergrare le lezioni con l'ausilio di un buon manuale. Spero solo di essere infine in grado di riuscire a coprire il sevizio che mi verrà chiesto.

Ciao e alla prossima, sempre vostro,
M@rcello;-)