Benedetta ingenuità

"Capitano dei momenti nella vita di una persona in cui giunge il momento di prendere delle scelte. Scelte con la "S" maiuscola. Quelle importanti. Quelle che ti segnano e che gettano le basi per il tuo avvenire.

Ci sono purtroppo anche degli altri momenti in cui bisogna fronteggiare il destino avverso; in cui bisogna scontrarsi con persone meschine che gestiscono il potere affidatogli per fare del male a chi gli sta attorno, solo per il gusto e il piacere sadico di poterlo fare."

Per me questo è un periodo di forti cambiamenti; finalmente ho fatto il grande passo e adesso mi sto preparando per iniziare una nuova carriera lavorativa altrove.

A dirla proprio tutta in principio l'idea di abbandonare la mia (ormai) vecchia occupazione mi aveva lasciato un po' di timori e riserve, per tutte quelle lecite ragioni che si possono avere in questo frangente (sai cosa lasci e non sai cosa trovi, valuti tutti i pro e contro di questo e di quello, ...).
Comunque sia, l'idea di riuscire finalmente a mettere a frutto anni di "onorata carriera", la evidente possibilità di riuscire a migliorare il mio livello contrattuale, nonché di professionalizare la mia figura, e in fine (ma non fondamentale), il piacere di riuscire a dare una bella "stangata" alla mia vecchia direzione in maggiore parte alla figura dal mio diretto superiore, si sono concretizzate in quest'ultimo periodo in un occasione ad dir poco _irrinunciabile_ per il mio avvenire!

Mi sono fatto coraggio, e così mi sono buttato a capofitto in questa nuova avventura, anche se devo ammettere ancora ad oggi di non aver ancora molto realizzato che cosa mi stia succedendo. Spero che una volta finito nel "vortice delle cose" un po' alla volta tutte le mie incertezze vadano dissipandosi.

Ovviamente in questa circostanza mi sto investendo parecchio emotivamente, e mi viene da pensare quanto a volte sia stato sciocco e ingenuo, viste le razioni apparentemente composte alla mia consegna delle dimissioni da parte del suddetto "innominabile"(considerato che di certo tutto gli si può dire ma che dietro la sua maschera di falsa gentilezza e disponibilità, col sottoscritto non ha lesinato talvolta a giocare non proprio in maniera pulita), nel credere di riuscire ad avere la mia piccola rivincita morale su tale personaggio.

Nei miei "diabolici" progetti c'era anche l'idea di lasciarlo con le cosiddette "braghe calate" a causa della repentina mancata ricopertura del mio ruolo; e in realtà adesso mi trovo, neanche dimesso, di fronteggiare la sconfitta morale di vedermi non solo già sostituito ma ovviamente anche "obbligato" a fare il relativo passaggio di consegne, trovandomi a mia volta nella condizione di non riuscire a seguire in toto un corso d'inserimento a supporto della mia nuova attività; mi viene da credere se davvero non potevo pensarci prima!

Vabbhè, pocomale; ovviamente _la vera cosa che conta_ è l'aver trovato una (spero) buona occasione sulla quale investire seriamente. Già in altri momenti mi ero trovato fra le mani altro, ma in questo caso rinunciare _sarebbe stata una cosa a dir poco scioccca_!

Il resto poi sarebbe stato tutto gratuito; in più. Sarebbe stata la mitica ciliegina sulla torta; il coronarsi ultimo di una piccola "vendetta" personale.

Questo comunque non toglie che da parte mia farò il possibile per fare fino in fondo il mio dovere nei confronti di quel poveretto che si troverà a sostituirmi (quel che giusto è giusto).

Per cui adesso mi trovo più che mai col pensiero proiettato al futuro, con l'unico e innegabile dispiacere di dover lasciare, nella figura di tutti quei colleghi più vicini, tutte quelle care persone, che in tutti questi anni ho imparato a conoscere, che mi hanno accompagnato, che mi hanno sostenuto, che mi hanno sopportato e mi hanno dimostrato reale affetto e amicizia.

Non potrò dimenticarli: LI RINGRAZIO INFINITAMENTE PER TUTTO, E LE PAROLE FORSE NON SONO SUFFICIENTI PER DESCRIVERE QUANTO A MIA VOLTA GLI SIA DAVVERO GRATO.

Inizia una nuova stagione della mia vita, in cui imparerò ad essere più autonomo in cui cercherò di emanciparmi ulteriormente, in cui spero di riuscire ancora di più a ritagliarmi un mio piccolo spazio in questo mondo.

A voi, sempre con affetto,
M@rcello;-)

Rat-Man Docet!




Arcibaldo: Signore! Pensavo non arrivasse più!
Rat-Man: Un piccolo contrattempo. Due sicari hanno cercato di farmi la festa.
Rat-Man: Nessun problema.
Arcibaldo: Si è ferito alla mano!
Rat-Man: Me la sono chiusa nel baratolo dei biscotti!
Rat-Man: Un dolore!


Rat-Man Color Special 7 Nov 06

Collegiali e tecnologia

Cosa potrà mai succedere ad unire come, in un composto alchemico, giovani donne e tecnologia?

Semplice; che le nostre giovani donne si lascia prendere la mano con risultati davvero esilaranti!

Ciao a tutti e buona visione!

Sempre Vostro,
M@rcello;-)

La Maledizione del Primo Parruchiere!

Non Capisco....

Volevo fare un post un po' più incazzato e pesante, ma poi riflettendoci meglio ho ritenuto che forse non era _così il caso_ per una sciocchezza del genere...

Quando 'stestate, nel bene o nel male, mi sono _messo in testa_ l'idea di _darci un taglio_ al mio stile capellone trash-metal, ne è subito emersa la necessità di riprendere confidenza, dopo lunghi anni di assenteismo forzato, con la necessità di frequentare con più regolarità dei centri dedicati alla cura della acconciatura.

Orbene, io cercando di non venire meno a questo _sano principio_, sabato mi sono presentato per la relativa aggiustatina trimenstrale, con putroppo dei risultati, a mio avviso non proprio brillanti!

Appunto mentale per la prossima volta: mai più rivolgersi ad un parrucchiere per soli uomini!!!

Non per altro... uffa: ero rimasto talmente tanto soddisfatto dal taglio _della parrucchiera_ di provincia, quanto deluso da quello _del parrucchiere_ di città! :-(

Insomma, credo che ci sia stato un malinteso di fondo: colpa anche mia che _ho lasciato fare_, confidando nel fatto (beata ingenuità!) di "dare fiducia alla gente _che sa fare il suo lavoro_".

Dev'essere che il buon uomo ha colto al posto che _"fammi una bella sistemata"_, con un _"fammi una bella rasata"_! (a 'sto punto tanto valeva che mi arrangiassi da solo!!!)

Per cui adesso mi ritrovo in testa un taglio che mi fa sentire un po' un deficente: perchè, a memoria non credo di aver mai avuto un taglio _così corto_. Perchè non mi ci sono ancora abbituato. Perchè in questo modo mi sento _molto_ intruppato e omologato. Perchè semplicemente non fa parte del mio stile!

Vabbhè, rimpianti a parte, se non altro in questo modo non avrò a che fare con questa mia "maledetta" categoria di artigiani per un bel po'... per cui spero che alla prossima occasione sia un po' più fortunato.

Ciao e grazie ancora a tutti,
M@rcello;-)

Virus, Spam, Spyware (dalle minacce più evidenti a quelle più nascoste) - Capitolo 2: Come difendersi (Parte Prima)

Siccome non ho materiale nuovo da pubblicare, per questa volta vorrei riattaccarmi al mio progetto (che probabilemte naufragherà nel nulla), del mio "corso di sopravvivenza informatica".

L'ultima volta avevavo finito di esaminare tutte (o qualsi) le cause di rischio.
Finalmente da adesso si può entrare un po' più nel vivo della questione andado a vedere come sia possibile evitare di finire nei pasticci.

Confido che la cosa possa essere utile ai più, se no pazienza...

Ciao a tutti e buona lettura,
M@rcello;-)




Dopo aver ampiamente discusso di questi codici malware, è finalmente giunto il momento di parlare di come sia possibile prevenire o proteggersi dall’esecuzione di codice malizioso.

Come nelle migliori trazioni prima di rimediare a un danno sarebbe di certo meglio evitare che capiti.
In questo senso anche la protezione da esecuzione di codici maligni non fa eccezione.

Per i Virus e i Troian Horse:

Nel caso di infezione da Virus il veicolo generalmente utilizzato sono le memorie di massa (floppy disk, cd-rom, …) che frequentano più computer diversi.
Pertanto, si possono prendere in considerazione diverse strategie:

ü Accertarsi che l’unità sia protetta da scrittura. Questo eviterà scritture di codice maligno, in caso lavoriate temporaneamente su un sistema infetto.

ü Evitare di lasciare unità esterne inserite nel computer prima dell’accensione. In questo caso si potrà evitare di infettare o essere infettati dal sistema che vi accoglie in quella sessione di lavoro.

ü Assicurarsi che i supporti di massa provenienti da terzi (es.: cd-rom allegati nelle riviste) siano esenti da codice maligno (verificare i relativi marchi o avvisi presenti sugli stessi).

ü Applicare SEMPRE le relative etichette ai supporti removibili (floppy disk, cd-rom, …). In questo modo si eviterà l’utilizzo di supporti con provenienza e contenuto sconosciuti.

ü Disattivare l’utilizzo delle macro nei documenti di Office. A meno che questo non comporti un reale problema, non esistono valide ragioni per mantenere in funzione una possibile fonte di diffusione e di rischio.

ü Non eseguire semplici file di testo con programmi tipo “WordPad”.
Nei sistemi Microsoft è presente un’impostazione che permette l’esecuzione di semplici file di testo con applicativi diversi dal “Blocco Note”. Tale impostazione viene applicata quando il presente file supera una certa dimensione. In questi casi, il file viene eseguito autonomamente con “WordPad”, che supporta il linguaggio Macro. In questo modo è possibile congegnare un file di testo “trappola” che contenga codice malizioso, senza che per forza venga eseguita la suite Office!

ü Affidarsi sempre a software regolamentare (ovvero “non accettare caramelle dagli sconosciuti”). Software di tipo illegale, proveniente per esempio dalla rete, può essere un inesauribile fonte di rischio (d’altra parte nessuno da niente per niente… ;-).

Per i Worm:

Abbiamo già detto che i worm si propagano senza un veicolo. sfruttano cioè la rete alla ricerca di un sistema affetto da bug o di un utente abbastanza credulone, che si lasci abbindolare da sedicenti messaggi.
Per impedire che ciò accada l’unica strategia a nostra disposizione consiste nell’impedire al worm di trovare falle nel nostro sistema:

ü Tenere costantemente aggiornato il sistema su cui si lavora.
Poiché si tratta di opere dell’ingegno umano, risulta essere molto difficile avere dei programmi completamente e perfettamente esenti da errori, specialmente se si parla di prodotti estremamente complessi come nel caso dei sistemi operativi. Molti produttori sia di sistemi operativi che di applicativi, forniscono costantemente supporto sulle possibili falle di sicurezza riscontrate nei propri prodotti; alcuni di essi garantiscono anche l’iscrizione a liste elettroniche da dove poter informare per tempo gli utenti su possibili rischi rilevati.
Mantenere dunque sempre allineato il software alle ultime patch (ovvero vere e proprie “pezze da rattoppo” per programmi, rilasciate dai produttori) fornisce indubbiamente molti meno appigli a chiunque voglia attentare alla sicurezza dei nostri sistemi informatici.

ü Disabilitare l’anteprima nella visualizzazione dei messaggi di posta. In questo caso si eviterà il rischio di essere infettati nell’esecuzione di codice html, anche se visto “semplicemente in anteprima”, su un client di posta affetto da bug.

ü Astenersi sempre e comunque dall’esecuzione da qualunque allegato, specialmente se inattesi e anche di mittente conosciuto, che abbia un’estensione eseguibile. Ovvero da tutti quei file che abbiano estensione .Com, .Exe, .Bat, .Cmd, .Pif, .Scr, .Zip,. Rar .Vbs, .Vbe, .Js, .Jse, .Wsf, .Wsh, perché si trattano tutti di file che alcuni sistemi operativi interpretano come programmi, a quali dare cioè la possibilità di essere resi funzionanti!

Non ci sono mai valide motivazioni nell’inviare, via posta elettronica, file di programma!!!

ü Sedicenti messaggi da fantomatici amministratori di sistema (tipo provider, produttori di software, responsabili di servizi informatici,…) che segnalano malfunzionamenti sulla vostra macchina, proponendovi magari semplici soluzioni quali l’esecuzione del file allegato, non hanno motivo di esistere! Queste persone hanno possibilità di risolvere eventuali problemi con metodi ben più efficienti e funzionali della posta elettronica! Falsificare un indirizzo di posta elettronica è un gioco da ragazzi, pertanto i mittenti di questi messaggi sono da considerasi del tutto fasulli e privi di ogni autorità! Sono frutto cioè di macchine infette, che inviano posta per conto di qualcun altro, che non per forza di cose debba rivelarsi il proprietario del sistema colpito!
A questo scopo un’accortezza indispensabile da prendere nel modo più assoluto, è disabilitare la funzione che non visualizza l’estensione per i tipi di file conosciuto.

ü Non lasciare mai condivisioni di rete a livello macchina prive di password o abilitate in scrittura. Questo previene il diffondersi d’infezioni attraverso le comuni connessioni di rete.

Bagaglio a Mano Ingombrante

Cosa può succedere quando si decide di portare in aereo un bagaglio a mano un po' troppo fuori misura?

Ciao e buona visione,
M@rcello;-)




SIAMO A 1000!!!

AUGURI!... mi rendo conto di essere un po' malato, ma siccome, mi piaciono 'ste strane riccorenze da numerologia mistico-esoterica, ho il piacere di annunciare che oggi sono arrivato a quota 1000 sui messaggi in arrivo della mia gmail da quando l'ho aperta!!!

tanti auguri insomma.... :-)

ciao,
M@rcello;-)

TV Talk - ovvero quando la Tv diventa critica

http://www.tvtalk.rai.it/Di certo la programmazione televisiva del Sabato mattina non è particolarmente interessante, cmq sia, quelle volte che mi capita di "zappare" per le reti, mi trovo spesso e volentieri ad incappare in un programma trasmesso da Rai3; ovvero TV Talk.

Diciamo che mi 'sta trasmissione mi ha preso in quanto riesce a dare un minimo di analisi rispetto alla programmazione settimanale fatta sia dalle emittenze pubbliche che qualle private.

Ovviamente il tutto si svolge con l'ausilio di contributi filmati, analisi dello share, e il commento sia i critici della tv nonchè di ospiti.

Davvero una trasmissione carina, che se non altro ha il pregio di orienatere lo spettatore ad uso più intelligente della TV.

Ciao a tutti,
M@rcello;-)

È ORA DI BASTA!

Incomincia ad avene abbstanza di 'sta soria...
Va avanti da molto, forse da troppo tempo, e ancora non riesco a darmene una ragione.
Non mi spiego come mai non riesca a raggiungere uno stato d'animo un po' più sereno.
Non riesco più a sopportare il fardello di questa mia costante insoddifazione, di questa mia eterna maliconia che mi perseguita da semrpre, delle mille questioni in sospeso che mi assillano la mente!
Non sopporto più l'idea di non riuscire a capire le mie emozioni; di non riuscire a controllarle!
Non mi piace il sentirmi sempre a e comunque a disagio perchè mai adeguato in quello che dico, faccio, penso... (perchè non ho mai la battuta pronta? Perchè capisco le situazioni solo dopo molto tempo?!)

Come è possibile tutto ciò!?

Perchè la vita deve essere la peggiore delle maestre, che "prima ti interroga e poi ti spiega la lezione"?!
Dico io insomma, perchè tutto deve essere così _dannatamente difficile_ e faticoso; perchè mai si deve sopportare sulle proprie spalle e sulla propria pelle l'enorme fardello delle brutte esperienze, delle difficili relazioni sociali e dei mille sottointesi che essi presuppongono?!

_/Non era forse più facile avere un libretto d'struzioni?!/_ Forse il mio non me l'hanno mai consegnato! Oppure chissà, con la testa che c'ho, chissà dove cavolo l'avrò perso... :-(

_/Possibile insomma che la vita si debba per forza di cose ridurre a delle lunghe pause tra dei piccoli e fuggevoli attimi di felicità?!/_

Cosa c'è di male nel volere un po' di felicità, nel ricevere e richiedere affetto, di essere considerati e apprezzati per quello che si
è, contutti i propri limiti e difetti, senza dover ogni volta scendere a compromessi!?

_/Perchè all'essere umano è stata data la possibilità di intravedere la felicità dannandolo alla sua eterna ricerca senza poterla mai raggiungere!!!/_
Qual'è il senso di questo strano e perverso gioco al massacro in cui si è eternamente frustrati...

....

Sarà... forse è solo frutto della mia fantasia... fatto stà che il mio animo, come sempre, è in fermento... ma col tempo...

Forse devo ancora crescere in questo; anche se credo che molta strada nella giusta direzione l'abbia già percorsa...
Se non altro adesso ho imparato a non farmi trasportare più di tanto dai "pensieri negativi" che tutto ciò comporta... basta una notte di buon sonno che il peggio passa...
Continuo a sforzarmi assiduamente nel lasciare la mente sgobra da inutili fantasie (e in questo la mia passione per la musica mi ha aiutato un sacco).

Però una certa amarezza di fondo rimane sempre... e sento infondo al mio cuore, forse, che una parte della mia personalità mi sia negata...

Devo ancora crescere, e continuare a farmi forza da solo... ho solo il timore di scoprire che il perdurare di tale disagio mi abbia corrotto irreparabilmente l'animo, andando a nuocere sul mio modo di relazionarmi... con gli altri, con il mondo, ... con me stesso, non riuscendo così più a trovare cosa c'è di bello nell'essere al mondo, arrivando infine a scoprirmi peggiore di quanto io stesso non voglia.

Non lo so'... c'è molta incertezza nel futuro... l'unica cosa che mi rimane è un pizzico di speranza.

A voi, sempre con affetto,
M@rcello;-)

Facciamoci Coraggio!

Preghiera_del_Lavoratore.jpgMi rendo condo che questa sia una "cagata" da posta elettronica, ma siccome in fondo un po' rispecchia il mio stato d'animo attuale e comunque dice delle piccole verità, lo pubblico, a mia futura memoria e per (spero) vostro sollazzo.

Buona giornata a tutti,
M@rcello;-)

Incredible Machines!!!

Avete presente le strane macchine che ogni tanto vengono escogitate in "Tom&Jerry" o in "Road Runner" dove con gli oggetti più astrusi, capitomboli e scivolamenti veniavno azionate i macchinari più dispatati a distanza?

...qualche anno fa ci avevano pure fatto un videogame "The Incredible Machines"!

Bhè, questa volta cari miei 'sti giapponesi si sono davvero superati andando a mettere in opera tali "malate fantasie!

Il filmato è un po' lungo da vedere ma risulta davvero spassosissimo! Fatto con cura e perizzia e aall'apparenza con oggetti di uso comune...

Ciao a tutti e buona visione,
M@rcello;-)

... con la testa altrove

Sono distratto: non so', ma da qualche peiodo a questa parte, la mia testa non è mai dove si trova il resto del corpo.

Non riesco a concentrarmi e qualunque cosa possa fare i miei pensieri partono in altre direzioni; non precise, non definite, ma sicuramente non incentrate su quello che sto facendo in quel momento.

Sono insoddisfatto; delle cose che faccio, delle persone che incontro, dei dialoghi che affronto, della vita che conduco...

Non sono sereno; sono esteriormente tranquillo, ma il mio animo è in fermento, più di quanto non faccia vedere.... e non mi so' dare una spiegazione.

Sono in ansia; sarà per le solite "questioni irrisolte", per altre che spero si concludano, per il futuro incerto...

Sono stanco; mi stanco presto alla sera, mentre la mattina mi alzo prima della sveglia.

Ho un grende desiderio di evasione; ....forse dalla quotidianità, dalla routine, dalle esperieze negative; ma non un evasione effimera, temporanea. Ne cerco una più stabile, definitiva.

Non so' perche sono distratto; ...sarà... forse sarà una lieve forma di depressione... forse semplicemente l'espressione di un momento un po' no... o forse ..., che sia innamorato? (questa proprio è davvero non me la spiego...)

... sarà, ma spero che passerà...

ciao a tutti,
M@rcello;-)