Blog o non Blog

In effetti inizialmente quando ho cominciato la mia avventura telematica nella rete aprendo questo blog, devo ammettere di averlo fatto sicuramente un po' perché mi sembrava una cosa divertente; riuscire a contribuire al web, avere una piattaforma-svago, una "discarica digitale" dove poter esprimere una certa creatività "impestando" il web collaudando tag html in tutta libertà.

Successivamente poi è diventata quasi in maniera abbastanza naturale un contenitore dove non solo mi aprivo per il solo gusto narcisistico di poterlo fare (mettere bianco su nero i miei pensieri, anche e sopratutto a mia futura memoria), ma anche per rendere conto a tutte le mie amicizie vicine, ma specialmente quelle lontane, delle mie avventure del quotidiano.

Facendo affidamento su questo così stupendo e potente mezzo, un po' alla volta e quasi inconsciamente, mi sono ritrovato a delegare i miei rapporti personali con chi non ho opportunità di frequentare con assiduità (per lo più per motivi di distanza), scaricandomi un po' la coscienza sul farmi sentire o meno, in quanto avevo "già scritto"!

È però evidente in tutto questo ragionamento c'è una presunzione di fondo; e cioè che tale strumento, per quanto lo possa considerare una figata, non risulta allo stesso modo essere accessibile a tutti coloro che mi vogliono stare vicini.

I motivi sono i più disparati; dalla semplice disponibilità di un accesso ad internet, alla voglia e alla cultura delle diverse persone nel relazionarsi con questo strumento tecnologico.

Con questo ovviamente non voglio assolutamente dire che smetterò di scrivere, se mai succederà sarà perché non lo riterrò più valido o mi sarò semplicemente rotto le scatole;-).
Voglio anzi dire che con questa nuova presa di coscienza, cercherò di dare un peso migliore alle mie relazioni web-persone fisiche, cercando di non relegare le une alle altre ma invece di fare in modo che siano l'una a sostegno delle altre.

Devo impegnarmi di più, di modo che chi ha la voglia di starmi vicino capisca che per me è importante la loro presenza e che per loro posso essere un punto di riferimento reale e non solo virtuale!

Questo significherà sicuramente investire tempo nel coltivare le relazioni.
Significherà forse anche annoiarmi di più nello raccontare a mille persone diverse sempre le stesse cose, ma in fin dei conti penso che ne possa valere la pena!

Insomma, questo post è dedicato a tutti voi che non ho modo di frequentare
con assiduità.

Ciao e alla prossima,
M@rcello;-)

Nessun commento: