Virus, Spam, Spyware (dalle minacce più evidenti a quelle più nascoste) - Cap 1

Capitolo 1: Malware: cosa sono…




Prima di entrare nel vivo della discussione, ovvero come proteggersi da esecuzioni di codici malware, è indispensabile capire da che cosa dobbiamo difenderci. Conoscere il funzionamento di queste possibili minacce, aiuta così a creare le adeguate strategie da adottare.

Nella categoria dei malware, abbiamo già accennato, non esistono solo i "famigerati "Virus Informatici. Infatti negli ultimi anni si sono aggiunte nuove tipologie di codici maliziosi.

Abbastanza evidenti sono le ultime esplosioni, a livello mondiale, di attacchi dovuti a Worm o, ai meno evidenti ma non meno pericolosi Troian Horse. Questi malware rischiano di pregiudicare in maniera reale la sicurezza di un sistema informatico, dando modo a possibili malintenzionati di accedere a dati riservati o controllare a distanza decine, se non centinaia di migliaia di macchine per sferrare attacchi DDoS (Distribuited Denial of Service) contro qualunque bersaglio, a loro discrezione.

Se poi si vuole continuare a considerare l’ormai indispensabile posta elettronica, si può tranquillamente arrivare alle famosissime catene di S. Antonio, veri tormenti quotidiani per chiunque abbia necessità di usare questo prezioso strumento.
Ma tra i messaggi che rischiano di compromettere seriamente il funzionamento delle macchine esistono gli immancabili messaggi bufala (in gergo Hoax). I più comuni sono quelli che allarmano gli ignari utenti riguardo la possibile presenza nel proprio computer di virus dormienti potentissimi “che neanche gli esperti del settore sono in grado di rilevare”, e che in caso di attivazione “potrebbero causare danni irreparabili”, sollecitando l’utente a combinare disastri sul proprio sistema. Infatti, come se non bastasse gli stessi messaggi contengono tutta una serie di procedure e consigli per il “sicuro ripristino del sistema” (“in barba a quei malviventi che ci avevano provato…”) che spingono l’utente, rassicurato da un questo tempestivo avviso, ad effettuare manovre che rischiano di manomettere irreparabilmente il sistema.

Ancora sul tema “messaggi spazzatura” sono diventate sempre più frequenti e preoccupanti le continue e insistenti comunicazioni pubblicitarie non richieste. Questi messaggi, detti anche Spam, rendono continuamente più difficili tutte le comunicazioni via posta elettronica.

Continuando, si può parlare del problema dei programmi spia (Spyware) che, se nel caso più semplice controllano l’accesso a dei banner presenti sul web o in alcuni programmi (e in questo caso prendono il nome di Adware), in casi ben più gravi possono registrare tutte le battute delle lettere della nostra tastiera, con prevedibili effetti dirompenti sui nostri beni.

In ultima analisi è importante considerare come a tutto ciò si possa mettere rimedio non solo utilizzando adeguati strumenti di protezione, ma anche avendo una certa cura e attenzione su quel che si fa’, tenendo sempre presente che a volte i nostri “presunti innocui comportamenti” influenzano la sicurezza di altri sistemi e utenti a noi collegati.

Nessun commento: