una festa cha vale un frigorifero!

ieri sera sono stato invitato ad una festa di laurea di un mio amico.

ecco, questo simpatico personaggio, insieme ad altri soci "colaurenati", hanno pensato bene di organizzare una bella festicciola in un luogo isolato lontano dalle case e dalla civiltà (si, insomma in una radura in mezzo ad un boschetto).

di certo questo non ha scoraggiato i nostri intrepidi giovini, i quali senza timore alcuno hanno pensato di fare le cose in grande, invitando un sacco di loro amici, e preoccupandosi che a questi non mancassero ogni sorta di confort e attenzioni degne di quest'evento.

e così tra tavoli e panche pieghevoli (degne delle migliori sagre paesane) , supergriglia per cuocere salsicce e carne a volontà, palco per i complessini rock compreso di amplificatori, microfoni e tutto quanto il necessario per una buona acustica, fari alogeni e (ovviamente) relativi generatori da cantiere per tenere insime tutto quanto, ci si è gettati senza troppa difficoltà nel clima giusto! ma che cosa ad una festa non deve mai mancare? non vogliamo forse parlare della tanto necessaria scorta di birra per rendere la festa una VERA FESTA?

per cui, i nostri baldi, siccome trovatisi in luoghi ameni e poco "ospitali", hanno escogitato un semplice ma efficace metodo per rendere tutto quel "nettare degli dei" sufficentemente fresco per essere giustamente deliziato.

immaginatevi allora un frigorifero da cucina, recuperato (e ovviamente adeguatamente pulito come si deve)
da una discarica, sdraiato sulla lunghezza con le porte rivolte verso l'alto e riempito per metà di ghiaccio e per l'altra di di lattine birra!!! davvero uno spasso!

alla fine la serata si è conclusa nel mgliore dei modi. tutti si sono divertiti, senza troppe esagerazioni e io devo ringraziare non solo Paolo (il festeggiato) che ha reso possibile tutto ciò, ma anche Banjo, Luca, Chiara e Vale che mi sono stati di gran compagnia.

ciao a tutti belli e alla prossima!
grazie di tutto,
M@rcello;-)

Nessun commento: